Back to our Portfolio

Quando le attitudini diventano forma: i manifesti dell’arte.

Quando le attitudini diventano forma: i manifesti dell’arte.
Client

Quando le attitudini diventano forma. 85 manifesti di minimal art, conceptual art, arte povera e land art.


Prometeo di Luciano Zagari è una piccola libreria in provincia di Milano, specializzata in libri antiquari, di arte, design e fotografia.

Nella primavera del 2016 Luciano ci ha affidato la riedizione di un catalogo che contiene una selezione di manifesti di mostre d’arte, provenienti dalla collezione privata di Luca Crippa, artista e collezionista con un debole per i manifesti di arte contemporanea.

L’intera collezione ammontava a circa 900 manifesti provenienti dalle gallerie d’Europa e d’America che pubblicizzavano centinaia di mostre in alcune gallerie storiche milanesi.

Perché disperdere questo materiale?

Luciano, che ha acquisito l’intera collezione, ha selezionato 85 manifesti dal 1962 al 1974 privilegiando minimal art, conceptual art, arte povera e land art. Grafiche rigorose, di autori diversi ma molto simili tra loro: De Dominicis, Boetti, Judd, Andre, Christo, Lo Savio, Buren Pistoletto e molti altri.

L’idea è stata quella di dare forma a un libro che inviti a considerare il manifesto come una vera e propria opera d’arte seriale pensata, disegnata e in qualche caso anche realizzata dagli artisti stessi.

Per realizzare il volume tutti i manifesti sono stati fotografati e sottoposti a un attento e particolare lavoro di fotolito. Sono stati poi impaginati in scala in modo da rispettare le dimensioni reali e le proporzioni tra un manifesto e l’altro. Ogni immagine è corredata da una didascalia che specifica, oltre alle misure, il titolo della mostra alla quale era collegato il manifesto, autore, luogo e anno.