Prima di un progetto di questo tipo, dedichiamo sempre un po’ di tempo a conoscere l’artista o il tema della mostra. In questo caso, sulle nostre scrivanie troneggiavano pile di albi di Michele Rech, in arte Zerocalcare, da La Profezia dell’ArmadilloMacerie Prime.

Leggere, indagare, conoscere. Siamo partiti dai libri e da lì abbiamo esplorato la vastissima produzione di Michele, fino ad affermare che sì, anche a Modena «Rebibbia regna».

Così siamo andati a Roma. Due giorni di lavoro insieme alla squadra del MAXXI per realizzare le sezioni più complesse dell’allestimento, come la timeline, e per goderci la vista di Michele che realizzava dal vivo alcuni interventi sulle pareti. Le ultime fasi dell’allestimento sono state vissute fianco a fianco con gli allestitori e i curatori della mostra, una squadra che, centimetro dopo centimetro, ha portato in una sala l’intera produzione di Zerocalcare.

Quattro sezioni: TribùPopLotte e ResistenzeNon Reportage, che ripercorrono 15 anni di produzione, dai poster ai libri, a disegni rari e inediti.

La mostra Zerocalcare. Scavare fossati – Nutrire coccodrilli è visitabile dal 10 novembre 2018 al 10 marzo 2019.

Una co-produzione Minimondi Eventi, a cura di Giulia Ferracci in collaborazione con Silvia Barbagallo. Con il sostegno di Action AidBanca Etica

Se invece siete interessati a conoscere gli altri progetti sviluppati in collaborazione con il MAXXI, sul nostro portfolio trovate tutto su Blackout di Allora&Calzadilla.