Torna al portfolio

L’Italia insegna / Signs of Italy

L’Italia insegna / Signs of Italy
Cliente

Il corposo libro di James Clough rappresenta il nostro primo, vero, debutto in Lazy Dog, prestigiosa casa editrice indipendente di cui siamo diventati soci nel 2014.


James, calligrafo e studioso londinese, da anni residente in Italia, ha girato a lungo e per anni la Penisola, a caccia di insegne e scritte che segnano il nostro paesaggio urbano.

Dallo stile ornato toscano dell’Ottocento alle lettere eccentriche del Liberty, dalle grandiose iscrizioni architettoniche degli anni Trenta alle deliziose opere dei vecchi pittori d’insegne sopravvissute, dalle scritte fantasma fasciste a quelle sui coperchi dei tombini; Clough ne «L’Italia insegna» ha illustrato con approccio critico i lati migliori e peggiori di questa singolare espressione d’arte applicata, accompagnando i lettori in un affascinante viaggio con oltre 300 fotografie, scattate in più di 100 località lungo lo Stivale.

Il libro ha richiesto quasi un anno di lavoro, e tenendolo in mano se ne capisce il motivo. Come ha scritto il maestro Giancarlo Iliprandi in quarta di copertina: «Ci voleva, giustamente, un progettista anglosassone, innamorato della storia, per rivelare a noi italiani un tesoro. Quale giace sotto ai nostri occhi pure se, spesso, non lo degniamo neppure di uno sguardo distratto.»

Il libro è composto in Zenon per i testi e Zenans per titoli e didascalie, che il type designer Riccardo Olocco ci ha generosamente dato in anteprima. Copertina e prefazione di Luca Barcellona socio e fondatore di Lazy Dog. È disponibile nella versione in italiano e inglese.